La Giunta vota contro il suo stesso atto: Cascate pubbliche sì o no?

Riportiamo qui un estratto del nostro articolo pubblicato oggi 2 settembre 2020 sul Tirreno.

La battaglia per la salvaguardia naturalistica delle Cascate del Mulino non si è ancora conclusa. Anzi, è appena cominciata: il 31 luglio un dirigente della Regione Toscana dichiara sul Tirreno che l’istruttoria della riperimetrazione dell’area demaniale è conclusa e che quindi il Comune può richiederne la concessione per gestirla. Dal punto di vista del Comitato la concessione di quell’area al Comune di Manciano è una prima tappa essenziale verso la realizzazione di un ampio progetto di salvaguardia naturalistica dell’intera vallata.

Ma pare che ci siano delle resistenze che impediscono alla Giunta di fare questo piccolo passo fondamentale. Ripercorriamo gli avvenimenti dell’ultimo mese. Il 6 agosto la Giunta del Comune di Manciano si riunisce e delibera di dare indirizzo favorevole alla concessione dell’area demaniale delle Cascate del Mulino all’ente locale proposta da Regione Toscana.

Durante il Consiglio Comunale del 24 agosto, tuttavia, le intenzioni della Giunta comunale sembrano mutare improvvisamente. L’atto di indirizzo per la richiesta di concessione dell’area demaniale proposto dalle minoranze (che coincide esattamente con quanto deliberato il 6 agosto dalla Giunta) viene respinto dalla maggioranza. Come prevede l’articolo 42 del TUEL, il Consiglio Comunale è l’organo di indirizzo e l’approvazione dell’atto proposto dalla minoranza era necessario per confermare quanto emerso dalla delibera del 6 agosto, delibera che di per sé non avrebbe valore legale. Una contraddizione palese che non trova giustificazioni: infatti, se anche la maggioranza avesse reputato superfluo questo atto, che, al contrario, sarebbe stato indispensabile in quanto solo il Consiglio è l’organo competente ad approvarlo, perché non approvarlo comunque, essendo in linea con la volontà della Giunta?

Contraddizioni e menzogne: la Giunta inganna il Comitato

Martedì 7 luglio 2020 il Comitato Save Saturnia ha avuto un colloquio presso la Sala Consiliare del Comune di Manciano con la Giunta Morini. Nel corso del colloquio sono state fatte alcune affermazioni che nei giorni seguenti non si sono rivelate veritiere.

A titolo di esempio, la Giunta ha dichiarato che il Genio Civile aveva autorizzato la derivazione del Gorello e la conseguente creazione delle vaschette mentre la realtà era ben diversa (come si può evincere dagli atti inviato dal Genio Civile al Comitato: non è stata concessa alcuna autorizzazione). Per ulteriori informazioni si legga il comunicato stampa che abbiamo pubblicato cliccando qui

La petizione raggiunge le 4000 firme

La petizione lanciata sulla piattaforma change.org da un gruppo di cittadini affezionati al sito, non residenti nel Comune di Manciano, ha superato le 4000 firme. Il Comitato ha commentato la questione sulla stampa.

Il Comitato Save Saturnia è molto soddisfatto di questo grande risultato, che mette in risalto non solo l’affetto che un grande numero di persone prova verso questo luogo, ma anche il diffuso desiderio di proteggere siti naturalistici di questa importanza dalle mire dei privati. Vi invitiamo a leggere la petizione cliccando su questo link e a firmarla, se la pensate come chi l’ha proposta.

Consigli Comunali, pandemia: chiediamo trasparenza

Il Comitato #SaveSaturnia, nonostante la grave pandemia in atto, continua a interessarsi delle questioni relative alle Cascate Del Mulino. Il Comitato ritiene che la crisi sanitaria abbia un’importanza e un’urgenza superiore a qualsiasi considerazione riguardante i passaggi politici relativi al destino delle Cascate del Mulino: proprio per questo, segnaliamo alla cittadinanza una grave mancanza di trasparenza da parte della Giunta.

Il 20 marzo si è svolto il Consiglio Comunale a Manciano, praticamente a porte chiuse in quanto il sindaco Mirco Morini non ha acconsentito alla diretta streaming né ad una registrazione del dibattito. Crediamo che questa decisione sia uno spregio nei confronti dei criteri di trasparenza e tracciabilità sanciti dall’articolo 73, comma 1, del decreto legge del 17 marzo 2020. Successivamente è stato pubblicato il verbale del consiglio senza l’approvazione della minoranza.

Dalla lettura di questo siamo venuti a conoscenza che la maggioranza ha portato all’approvazione di atti molto importanti per il nostro territorio fra cui una nuova convenzione tra Vignoli (proprietario del parcheggio e dei servizi adiacenti al sito delle Cascate del Mulino) e il Comune. Approvata con delibera n.8 del 20/03/2020 a colpi di maggioranza senza nessun passaggio ufficiale con la popolazione.

Dal verbale si evince che nonostante i numerosi solleciti da parte deli gruppi di opposizione, che chiedevano di posticipare il dibattito, la Giunta ha deciso di proseguire approvando la Convezione. 

Il comitato #SaveSaturnia trova aberrante che in un tale momento di incertezza sul piano internazionale la maggioranza abbia portato all’approvazione in un Consiglio Comunale a porte chiuse una misura così importante per il futuro del nostro territorio.


#SaveSaturnia chiede inoltre che la cittadinanza venga messa al corrente di quanto avvenuto nel Consiglio Comunale del 20 marzo e che ci sia un impegno pubblico da parte del Sindaco ad adottare lo strumento dello streaming per i Consigli Comunali, come prevede la legge sulla trasparenza.


Chiediamo inoltre che Sindaco dia la priorità all’emergenza sanitaria e che le altre questioni, in questo momento secondarie, siano discusse in un secondo momento seguendo dei principi democratici.

Vaschette e Gorello: richiesta chiarimenti

Il Comitato #SaveSaturnia oggi ha richiesto la pubblicazione di un nuovo comunicato stampa (potete leggerlo qui). La Giunta ha deliberato che il terreno in comodato d’uso adiacente al Gorello sarà dato in patrocinio alla società Terme del Gorello srl. La delibera ha effetto dal 3 marzo 2020 fino al 22 aprile 2020, ovvero fino al termine del comodato d’uso.

La Giunta afferma che tale atto è legato all’evento Buy Tuscany, che si terrà a Saturnia esclusivamente il giorno 23 marzo. Tutto ciò ci pare assurdo: rinunciare al comodato gratuito e farlo per oltre un mese, nonostante l’evento citato duri un giorno, non è giustificabile. Ci aspettiamo che il Sindaco ci fornisca chiarimenti e smentisca eventuali progetti di derivazione del Gorello per creare nuove «vaschette».

Incontri con la popolazione

Nel mese di febbraio 2020, il comitato Save Saturnia terrà una serie di incontri con la popolazione di tutte le frazioni del territorio comunale di Manciano. Il nostro scopo è raccogliere le idee e le proposte di tutti i cittadini e in particolare di chi conosce le esigenze e le criticità del territorio.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare e a contribuire alle attività del Comitato divenendo socio promotore. Il primo incontro si terrà a Saturnia lunedì 10 febbraio 2020. I restanti possono essere consultati nel calendario

Vi aspettiamo!

Il Comitato dice «no» alla privatizzazione

La società Terme di Saturnia ha dichiarato il 30 ottobre 2019 (leggi qui) di voler realizzare un progetto nell’area delle Cascate del Mulino, detto «Bosco Sacro». L’esigenza della gestione privata nascerebbe dalla presenza continuativa (ma non supportata da dati) di «scambisti e spacciatori». Il Sindaco del comune di Manciano non ha fatto nulla per contrastare queste dicerie deleterie.

Il Comitato #SaveSaturnia si oppone vigorosamente alla privatizzazione dell’area e all’atteggiamento connivente della Giunta comunale. Anche se riconosciamo gli effetti negativi causati dall’assenza di regolamenti, crediamo che il sito debba rimanere pubblico. Il Comitato sta elaborando dei progetti alternativi per arginare i problemi legati al traffico e all’incuria.

Nasce il comitato #SaveSaturnia

A partire dall’autunno 2018 la Giunta comunale di Manciano ha dichiarato di voler costruire un parcheggio nella piana di Saturnia. Secondo la Giunta, costruendo tale area di sosta si sarebbero ridotti il traffico e i parcheggi in sosta vietata. Un gruppo di cittadini, allarmato dalla possibile cementificazione, ha deciso di proporre dei progetti alternativi per la gestione del traffico.

La Giunta non ha mai considerato queste proposte. Per questo motivo, il 3 novembre 2019 si è costituito ufficialmente il Comitato #SaveSaturnia, il cui scopo è la salvaguardia naturalistica delle Cascate del Mulino e delle zone circostanti.